328.47.25.793

Avv. Marzano

346.67.94.094

Dott. Piscopo

Facebook

Search

L’estensione del titolo di reato proprio al concorrente extraneus ex art. 117 c.p. sottende la conoscibilità della qualifica soggettiva del concorrente intraneus

Cass. Pen., Sez. VI, Sentenza n. 25390 ud. 31.01.2019, dep. 7.06.2019 La Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione, pronunciandosi in tema di concorso di persone nel reato, ha affermato che ai fini dell'applicabilità dell'art. 117 c.p. (che disciplina il mutamento del titolo del reato per taluno dei concorrenti) è necessaria, per l'estensione del titolo di reato proprio al concorrente extraneus, la conoscibilità della qualifica soggettiva del concorrente intraneus. IL CASO La Corte d’appello di Genova confermava la condanna di una donna per il reato di peculato, commesso in concorso, ai sensi dell’art. 117 c.p., con un amministratore di sostegno, per essersi appropriata (sulla scorta di un rapporto...

Continue reading

Deferita q.l.c. del delitto di oltraggio a pubblico ufficiale per violazione del principio di ragionevolezza e di proporzione della pena

Trib. Torino, Sez. IV Pen., 29 gennaio 2019 IL CASO L'imputato, mediante la pronuncia di frasi rivolte agli agenti delle FF. OO. in luogo pubblico, offendeva l'onore ed il prestigio dei pubblici ufficiali, impegnati nel compimento di un atto d'ufficio, a causa  e  nell'esercizio delle loro funzioni ed  alla  presenza  di  più  persone. La  difesa  dell'imputata, in sede di conclusioni, ha sollevato questione di legittimità costituzionale dell'art. 341-bis c.p., atteso il contrasto della disposizione de qua, che presidia un bene giuridico precipuamente pubblicistico, quale il regolare svolgimento dei compiti del pubblico ufficiale, con  i parametri di cui agli artt. 3, comma 1 e 27, comma 3 Cost.. Con riferimento alla violazione del canone di ragionevolezza e di...

Continue reading

Deferita q.l.c. della norma che non prevede l’applicazione retroattiva della sanzione amministrativa più mite introdotta in materia antitrust

Cons. Stato, Sez. VI, ord. 14 maggio 2019, n. 3134 IL CASO Una delle imprese partecipanti ad un'intesa vietata, in quanto lesiva della concorrenza nel settore, aveva impugnato il provvedimento con il quale l'Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM), in sede di riqualificazione dell'infrazione da "molto grave" in "grave", imposta dall'accertamento intervenuto in un precedente giudizio amministrativo, aveva irrogato la sanzione amministrativa pecuniaria contemplata dall'art. 15, comma 1 della L. 10 ottobre 1990, n. 287, come novellato dall'art. 11 della L. 5 marzo 2001, n. 57, posto che  art. 11, comma 4 non ha previsto l'applicazione retroattiva del più mite...

Continue reading

Il delitto di detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici può venire assorbito, quale antecedente necessario, nel più grave reato di accesso abusivo a sistema informatico o telematico

Cassazione Penale, Sez. II, 20 maggio 2019, n. 21987. Con la pronuncia in oggetto, la Corte è intervenuta nel chiarire il rapporto intercorrente tra le fattispecie di cui agli artt. 615 ter c.p. e 615 quater c.p., che incriminano, rispettivamente, l’accesso abusivo ad un sistema informatico e telematico e la detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici. La vicenda oggetto di pronuncia verteva sul ricorso avverso la sentenza di secondo grado con la quale la Corte d’Appello di Brescia confermava la condanna per l’imputazione di cui agli articoli 640 ter,615 ter e 615 quater...

Continue reading

La soppressione e la distruzione di atti veri configurano diverse modalità di una condotta sostanzialmente unitaria

Cass. pen., Sez. V, 26 giugno 2019, n. 28052 IL CASO I prevenuti ricorrevano in Cassazione avverso la sentenza della Corte di Appello di Napoli, che, in parziale riforma della sentenza del GUP del Tribunale di Napoli, ne aveva ritenuto, tra l'altro, la responsabilità per i reati di falso materiale (art. 476 c.p.) e di falso per soppressione (art. 490 c.p.) e per il reato di falso ideologico di cui all'art. 480 c.p., commessi nell'esercizio della professione medica ed aggravati dalla natura fidefacente dell'atto, ritenuta per il reato di falso ideologico nella cartella clinica (art. 476, comma 2 c.p.). LE QUESTIONI GIURIDICHE In disparte...

Continue reading

Rinvio pregiudiziale alla CGUE sulla estensione della nozione di consumatore al condominio

Trib. Milano, Sez. III Civ., ord. 1 aprile 2019 IL CASO Un condominio promuoveva giudizio di opposizione al precetto con il quale una società aveva intimato il pagamento di alcune somme, a titolo d’interessi di mora per il ritardato pagamento di alcune rate di un importo concordato dalle parti, in sede di mediazione, mediante sottoscrizione di apposito verbale. Veniva dedotta l'efficacia ricognitiva del debito, propria del verbale di mediazione, e la sua qualità di titolo esecutivo limitatamente alle somme ivi indicate e non anche a quelle estranee all’accordo.  Il giudice a quo assumeva invece quale questione pregiudiziale l'esame in ordine al carattere vessatorio...

Continue reading

La valutazione dei singoli elementi quale bilanciata sintesi sottesa al procedimento di scioglimento degli organi comunali e provinciali per infiltrazione mafiosa

Cons. Stato, Sez. III, 17 giugno 2019, n. 4026 IL CASO In sede di giudizio di primo grado veniva impugnato il D.P.R. che aveva disposto lo scioglimento degli organi elettivi del comune, giusta l'art. 143 del d.lgs. n. 267/2000 (TUEL). LA QUESTIONE GIURIDICA IL T.A.R. Lazio, nella sentenza oggetto di gravame, rigettava il ricorso, atteso che il complesso quadro individuato ed apprezzato alla luce della più volte ricordata necessità di una valutazione unitaria dei fatti, non risultava in concreto depotenziato dalle singole contestazioni contenute in atti, non idonee ad elidere i profili di forte e decisa valenza rivelatrice dei collegamenti esistenti tra gli amministratori...

Continue reading

Costi Corso Ordinario

Roma: - €500 (i.i) a bimestre + 50€ (i.i) per l'iscrizione - €450 (i.i) a bimestre per i vecchi iscritti con iscrizione inclusa - NUOVI ISCRITTI: €1740 (i.i) costo intero corso Settembre '19 - Maggio '20 (15% sconto se pagato in un'unica soluzione) + 50€ di Iscrizione - VECCHI ISCRITTI: €1620 (i.i) costo intero corso Settembre '19 - Maggio '20 (15% sconto se pagato in un'unica soluzione) , iscrizione inclusaCLICCA QUI E SCOPRI LA SEDECLICCA QUI E SCARICA I MODULI DI ISCRIZIONEMilano: - €500 (i.i) a bimestre + 50€ (i.i) per l'iscrizione - €450 (i.i) a bimestre per i vecchi...

Continue reading