328.47.25.793

Avv. Marzano

346.67.94.094

Dott. Piscopo

Facebook

Search

Rinvio pregiudiziale alla CGUE sulla estensione della nozione di consumatore al condominio

Trib. Milano, Sez. III Civ., ord. 1 aprile 2019 IL CASO Un condominio promuoveva giudizio di opposizione al precetto con il quale una società aveva intimato il pagamento di alcune somme, a titolo d’interessi di mora per il ritardato pagamento di alcune rate di un importo concordato dalle parti, in sede di mediazione, mediante sottoscrizione di apposito verbale. Veniva dedotta l'efficacia ricognitiva del debito, propria del verbale di mediazione, e la sua qualità di titolo esecutivo limitatamente alle somme ivi indicate e non anche a quelle estranee all’accordo.  Il giudice a quo assumeva invece quale questione pregiudiziale l'esame in ordine al carattere vessatorio...

Continue reading

La valutazione dei singoli elementi quale bilanciata sintesi sottesa al procedimento di scioglimento degli organi comunali e provinciali per infiltrazione mafiosa

Cons. Stato, Sez. III, 17 giugno 2019, n. 4026 IL CASO In sede di giudizio di primo grado veniva impugnato il D.P.R. che aveva disposto lo scioglimento degli organi elettivi del comune, giusta l'art. 143 del d.lgs. n. 267/2000 (TUEL). LA QUESTIONE GIURIDICA IL T.A.R. Lazio, nella sentenza oggetto di gravame, rigettava il ricorso, atteso che il complesso quadro individuato ed apprezzato alla luce della più volte ricordata necessità di una valutazione unitaria dei fatti, non risultava in concreto depotenziato dalle singole contestazioni contenute in atti, non idonee ad elidere i profili di forte e decisa valenza rivelatrice dei collegamenti esistenti tra gli amministratori...

Continue reading

Le Sezioni Unite su: a) onere di allegazione gravante sull’istituto di credito che voglia opporre l’eccezione di prescrizione al correntista che abbia esperito l’azione di ripetizione di somme indebitamente pagate; b) decorrenza degli interessi per il pagamento indebito a destinatario in buona fede.

Introduzione Importante pronuncia delle Sezioni Unite n.15895 del 13 giugno 2019. Due le questioni sulle quali si sono espresse:  1) il contenuto dell’onere di allegazione gravante sull’istituto di credito che voglia opporre l’eccezione di prescrizione al correntista che abbia esperito l’azione di ripetizione di somme indebitamente pagate; 2) il dies a quo per la decorrenza degli interessi per il pagamento indebito effettuato a destinatario in buona fede. Quanto al primo profilo, si confrontavano due orientamenti in giurisprudenza. Secondo un primo orientamento (cfr. Cass., 24 maggio 2018, n. 12977; Cass., 7 settembre 2017, n. 20933; Cass., 26 febbraio 2014, n. 4518), l'eccezione di prescrizione genericamente formulata dalla banca con riferimento a tutte le rimesse affluite...

Continue reading