328.47.25.793

Avv. Marzano

346.67.94.094

Dott. Piscopo

Facebook

Search

La c.d. domanda di lavoro quale minaccia alla quale non segua un danno altrui: recupero della distinzione tra i delitti di estorsione e di violenza privata e riqualificazione del reato

Cass., Sez. II Penale, 20 giugno 2019, n. 27556 IL CASO Uno dei prevenuti proponeva ricorso per cassazione avverso la sentenza della Corte di Appello di Palermo, che ne aveva confermato la condanna alla pena di legge disposta dal giudice di prime cure in quanto ritenuto colpevole del delitto di concorso in tentata estorsione di cui al combinato disposto degli artt. 56, 110 e 629 c. p.. LA QUESTIONE Con uno dei motivi di ricorso, l'imputato censurava infatti, ex art. 606, comma 1, lett. b) c.p.p., la sussunzione del fatto di reato ascrittogli nella fattispecie del concorso in tentata estorsione, atteso che l'assenza della...

Continue reading